I volantini pubblicitari

I volantini pubblicitari.
Visto che per stamparli e distribuirli occorre pagare, ma ancora peggio, si abbattono degli alberi che per loro incolpevole sfortuna vanno poi ad inzozzare le nostre strade, se proprio dovete farli, fateli bene!
 
Di volantini pubblicitari, ogni santo giorno, ne arrivano per posta quantità sempre maggiori, tanto che nei condomini sono apparse apposite cassette per la loro raccolta o, all’opposto, scritte del tipo “Qui non è gradita la pubblicità”.
 
Passeggiando nelle vie più commerciali, è facile che ce ne vengano consegnati di tutti i tipi, ma ce li ritroveremo anche all’interno dei punti vendita, nelle riviste, o sul parabrezza della macchina.
 
A farla da padrone sono gli esercizi della grande distribuzione, con i loro maxi stampati a più pagine, ma sono ben rappresentati molti altri settori, dalle pizzerie alle agenzie immobiliari e via dicendo, tutti accomunati dal proporre offerte e promozioni, sempre più numerose soprattutto in questo periodo di crisi.
 
Sono una presenza a cui siamo ormai assuefatti e, in verità, da cui siamo anche infastiditi per la frequenza con cui ci vengono propinati, al punto che spesso ne leggiamo solo il titolo, per poi cestinare immediatamente il tutto.
 
Per questo motivo, un volantino sarà efficace solo se risulterà interessante al primo, fugace e implacabile sguardo che gli dedicheremo.
 
Come creare un volantino efficace?
 
Gli elementi essenziali di un volantino efficace
• contenuti semplici, completi e adeguati
- frasi concise ma immediatamente comprensibili
- slogan d’impatto che facciano riferimento a un beneficio immediato per il lettore, ad es. “Se compri il prodotto x, in regalo il prodotto y”
- testi diversi a seconda dell’audience di riferimento, ad es. giovani o persone più mature
- richiami ai social network
• layout ben strutturato
- grafica accattivante
- studio dei colori, meglio se coordinati con il brand
- font di varie dimensioni, a seconda di ciò che si vuol porre più o meno in risalto
• numero ridotto ma opportunamente selezionato di prodotti da promozionare, da rappresentare fedelmente con immagini di qualità fotografica
• formato ideale (a seconda delle modalità di distribuzione del volantino – es. dimensioni tascabili nel caso di una consegna a mano nelle zone di passaggio. Da non sottovalutare anche l’opportunità di formati particolari, come quello “a gruccia” di cui sopra, poiché l’originalità del volantino fa sì che esso non venga buttato via nel primo cestino che si incontra)
• inserimento di QR Code, codici a barre o di coupon (per tracciare e analizzare il rendimento del volantino determinando l’efficacia di un tipo di messaggio o grafica rispetto ad un altro)
 
È poi fondamentale elaborare un’opportuna strategia di distribuzione. È decisamente meglio distribuire volantini di un centro fotocopie nei pressi di scuole o università, che fuori dallo stadio sperando nella legge dei grandi numeri.
A questo punto la domanda è...
ma siamo sicuri che non ci siano modi più ecologici,  efficaci, economici e semplici per promuovere la propria attività in ambito locale?

Scrivi commento

Commenti: 0

La nostra community su Facebook




I nostri Gruppi su Facebook




Pagine amiche e consigliate




Annunci Sponsor